Chiude Harold's Cross: Cinodromo di Dublino

Da qualche giorno erano circolate voci sempre più insistente fino ma ora è ufficiale. Il famoso cinodromo di Dublino,  verrà chiuso in modo definitivo in questi giorni.

Chiude Harold’s Cross: Cinodromo di Dublino

 il secondo cinodromo in Irlanda, inaugurato nel 1928, icona dell’industria delle corse ha ora i cancelli incatenati e mai più nessun levriero varcherà le soglie di questo posto.
Le gabbie in cui venivano messi i levrieri prima della partenza sono state smontate e portate altrove nonostante le proteste dei proprietari e allevatori dei greyhounds.

Chiude Harold's Cross: Cinodromo di Dublino

IGB deve far fronte ad un forte debito di oltre 21 milioni di Euro, in parte dovuti alla costruzione del nuovo cinodromo di Limerick e la chiusura di Harold’s Cross viene definita dai vertici necessaria “per dare un futuro all’industria delle corse”
Tutte le corse in programma verranno accorpate a quelle in programma al Shelbourne Park.

Ovviamente noi speriamo il futuro sia nefasto per loro e per tutti quelli che sfruttano queste povere anime e che questo sia un segnale di una cambiamento, di una monumento alla stupidità umana che si sta finalmente sgretolando. Non c’è niente di buono nelle corse dei cani, cani allevati e tenuti al mondo fino a quando riescono a vincere qualche corsa. Poi diventano uno scarto, un rifiuto da smaltire nel modo più economico possibile.

Tanti cani vengono ritrovati con lesioni, le orecchie tagliate, alcune falangi delle zampe, alcuni cani inviati in Pakistan per gareggiare e in Cina dove molti vengono bolliti vivi quando non sono in grado di vincere le gare.

Ogni mese in Irlanda una media di 38 levrieri vengono soppressi a causa di overbreeding cioè troppe nascite. E questi sono i numeri ufficialmente conosciuti ma sappiamo benissimo che in realtà sono superiori.

Anche questo è IGB! 200 milioni di Euro sono i soldi che i contribuenti Irlandesi hanno versato nelle casse di IGB nel corso degli ultimi 16 anni. Sarebbe sicuramente stato molto meglio utilizzarli per altri scopi.